BISCEGLIE

Bisceglie, comincia l'operazione-Catania

Il team nerazzurro al lavoro per preparare una delle gare più difficili della stagione

Vito Troilo
03.04.2019 18:58

Messo alle spalle il soddisfacente pareggio casalingo con la Juve Stabia capolista, per il Bisceglie è scattata l'operazione-Catania.

La formazione nerazzurra, domenica 7 aprile, renderà visita alla compagine etnea per una delle gare più difficili della stagione. Martedì la ripresa degli allenamenti per il collettivo guidato da Rodolfo Vanoli, che ha mostrato il suo volto più efficiente al cospetto della battistrada del girone C di Serie C, confermando i progressi compiuti sotto il profilo mentale e la capacità di tenere botta nei confronti diretti con le squadre meglio attrezzate del torneo.

Il match del "Massimino" sarà un banco di prova significativo per Andrea Risolo e compagni, che all'andata, lo scorso 9 dicembre, furono capaci di piegare il team etneo al termine di una gara per certi versi pazzesca, considerando che il venerdì precedenti il trainer stellato Ciro Ginestra aveva rassegnato le dimissioni. Quella è stata l'ultima occasione in cui il fantasista Ernesto Starita è andato a segno.

Il penalty fallito malamente da Carlini e le difficoltà offensive della Juve Stabia hanno consentito all'estremo nerazzurro e della nazionale Under 20 Michele Cerofolini di prolungare la sua striscia di imbattibilità - la rete dello 0-1 di Potenza è stata incassata da Vassallo - a cinque incontri.

Con lo svolgimento della trentaduesima sfida del suo campionato il Bisceglie è sceso alla quota poco ragguardevole di 0.5 gol a partita, che è persino inferiore se si considera che, in realtà, i nerazzurri hanno segnato solo 13 reti sul campo, cui bisogna aggiungere le tre (fittizie) della vittoria a tavolino sul Matera.

Virtus, un pari che va stretto
I playout di C cambiano formato, per il Bisceglie sarà più complicato salvarsi