UNIONE

Unione super: poker al Molfetta, zona salvezza più vicina

Gli azzurri conquistano il settimo successo stagionale e salgono a -1 dal quintultimo posto

11.03.2019 17:12

Torna alla vittoria l'Unione Calcio Bisceglie davanti al pubblico amico del "Francesco Di Liddo". La formazione di mister Di Corato si è imposta sul Molfetta Calcio per 4-2 compiendo un passo d'avvicinamento importante alla zona salvezza.

A un primo tempo dai ritmi blandi è seguita una seconda frazione di gioco ricca di occasioni e spunti decisivi.

Prima dell'inizio del match si è ricordato Sergio Cosmai, direttore del carcere di Cosenza, assassinato dalla 'ndrangheta nel marzo del 1985. Nel primo tempo il Molfetta Calcio ha provato a sbloccare il risultato con le conclusioni di Ventura e Bozzi, senza ottenere alcun esito positivo.

Già 14° il primo cambio tra le fila azzurre: fuori Albrizio, infortunatosi in un contrasto di gioco, rilevato da Ingredda.
Pochi minuti più tardi il numero 18 biscegliese, neoentrato, si è reso protagonista colpendo il palo della porta avversaria. L'azione ha fatto da preludio al vantaggio dell'Unione, siglato da Quacquarelli al 29° con un colpo di testa sugli sviluppi di un calcio d'angolo. La formazione ospite ha risposto con la conclusione di Bozzi che è terminata fuori lo specchio della porta. Sul versante opposto l'Unione ha provato a raddoppiare con Triggiani e Ingredda, ma il risultato è rimasto invariato fino all'intervallo.

Ritmi più alti nella ripresa: al 54° il Molfetta ha pareggiato i conti col gol di Pinto e dopo quattro minuti la formazione biancorossa ha addirittura ribaltato il risultato grazie all'ex Davide Ventura. L'Unione è stata brava a non scomporsi.

Episodio clou che ha condizionato il match l'espulsione di Andriano, per doppia ammonizione, tra le fila molfettesi. L'Unione ha sfruttato la superiorità numerica e ha pareggiato i conti al 64° con Triggiani, che si è ripetuto al 78° più tardi con un gran tiro dalla distanza. Le espulsioni di Marinaro e Cfarku per reciproche scorrettezze nel finale ha preceduto il quarto gol azzurro, siglato da Petrachi in pieno recupero.

UNIONE CALCIO BISCEGLIE-MOLFETTA CALCIO 4-2

Unione Calcio Bisceglie: Di Bari, Palumbo, De Giosa, Grazioso, Binetti, Paolillo, De Mango, Marinaro, Albrizio (dal 15° Ingredda), Triggiani, Quacquarelli. Allenatore: Mimmo Di Corato. A disposizione: Lullo, Quercia, Losacco, Papagni, Goffredo, Accettura, Ingredda, Petrachi, Bufi.
Molfetta Calcio: De Santis, Colella (Terrone), Martinelli (Fidanza), Andriano, Di Cosmo, Pinto, Cfarku, Logrieco, Ventura, Loseto, Bozzi. Allenatore: Martino Traversa. A disposizione: Petruzzelli, Daugenti, Loconsole, Petruzzella, Lanzillotta, Minervini, Paparella.
Arbitro: Bruno Spina di Barletta.
Assistenti: Piergiorgio Battista e Gianmarco Spedicato di Lecce.
Reti: 29° Quacquarelli, 54°Pinto, 58°Ventura, 64°Triggiani, 78°Triggiani, 93°Petrachi.
Note: espulsi Andriano, Marinaro, Cfarku.


ECCELLENZA PUGLIESE - 26ª giornata
Barletta-Gallipoli 0-1
Casarano-Atletico Vieste 2-1
Fortis Altamura-Alto Salento Avetrana 3-1
Mesagne-Corato 0-0
Molfetta Sportiva-Brindisi ore 17:00
Otranto-Vigor Trani 1-1
Terlizzi-Alto Tavoliere San Severo 0-5
Unione Calcio Bisceglie-Molfetta Calcio 4-2


CLASSIFICA
Casarano 62; Brindisi 52; Fortis Altamura 48; Barletta 47; Gallipoli 41; Atletico Vieste 39; Molfetta Calcio 36; Vigor Trani 35; Otranto 34; Corato 33; Mesagne 29; Alto Tavoliere San Severo 28; Unione Calcio Bisceglie 27; Terlizzi 24; Alto Salento Avetrana 15; Molfetta Sportiva 11.

Don Uva, preziosa vittoria in extremis
Monopoli-Bisceglie finisce a reti bianche