BISCEGLIE

Il Bisceglie pensa al colpaccio col Catanzaro. Live score sul sito BisceglieViva

I nerazzurri vogliono confermarsi insidiosi sul terreno del "Ventura" per un'altra grande del girone C

Vito Troilo
02.03.2019 20:06

Il traguardo è più vicino e senza dubbio alla portata. Che si tratti di chiudere la stagione regolare con un vantaggio di almeno nove lunghezze nei confronti della Paganese o meglio ancora lasciandosi alle spalle un'altra formazione oltre quella campana, il Bisceglie è padrone del suo destino. Il combinato disposto tra il timido miglioramento delle prestazioni della compagine nerazzurra e le disgrazie altrui ha prodotto una situazione favorevole al collettivo allenato da Rodolfo Vanoli, che domenica 3 marzo proverà a mettere altro fieno in cascina nella complicata gara casalinga col Catanzaro.

Un cliente scomodo per i nerazzurri che però, nel corso dell'annata, hanno raccolto più di quanto presumibile proprio nelle sfide interne con le favorite: la Casertana (2-1) e il Catania (1-0) hanno perso sul rettangolo del "Gustavo Ventura", il Trapani non è andato oltre il pari a reti bianche. Giocare con le favorite per il salto di categoria rappresenta evidentemente uno stimolo per il collettivo stellato e una delle poche costanti fra le due fasi della stagione, caratterizzate da differenti composizioni dell'organico. Un altro dato certo - purtroppo meno gratificante - è quello relativo ai gol messi a segno, appena 15 in 27 partite.

Tra i 24 calciatori convocati dal trainer del Bisceglie per la gara coi giallorossi anche i centrocampisti Dario Giacomarro e Samuele Parlati. Dirigerà Ermanno Feliciani di Teramo col supporto di Ramy Younes di Torino e Vincenzo Adriano Catucci di Pesaro. Calcio d'inizio alle 16:30 con live score sul nostro sito a partire dalle 16:00.

BISCEGLIE-CATANZARO: I CONVOCATI

Bangu, Calandra, Camporeale, Casella, Cerofolini, Cuomo, Cuppone, Dellino, Djolou, Giacomarro, Giron, Jovanovic, Longo, Maccarrone, Maestrelli, Markic, Mastrilli, Ndiaye, Parlati, Risolo, Scalzone, Starita, Triarico, Vassallo.

Unione, esame di continuità
Al Don Uva basta Amoroso per vincere al “Di Liddo”